I racconti di R come Romance

Ecco tutti i racconti pubblicati sul sito.

Puoi inviare il tuo racconto qui, dopo esserti loggato/a
Devi ancora registrarti al sito? Puoi farlo qui


TUTTO PER AMORE ChiaraLuce TUTTO PER AMORE

TUTTO PER AMORE

Sono una delle tante persone che ha lasciato il proprio paese per poter realizzare i suoi sogni. Nel mio caso, quello di avere una famiglia. In Italia avevo un buon lavoro, ero single e potevo spendere quello che guadagnavo per me stesso. Io, però, ho sempre voluto avere un compagno, dei figli, la classica famiglia della pubblicità, insomma.

  • Racconto N° 14
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

TI LASCIO IN BUONE MANI ChiaraLuce TI LASCIO IN BUONE MANI

TI LASCIO IN BUONE MANI

Nel quartiere dove abito da più di cinque anni non conosco praticamente nessuno. I condomini del mio palazzo mi salutano in fretta e si congedano quando mi incontrano per le scale. Quando faccio quattro passi nell’isolato, poi, c’è un fuggi fuggi generale. Io, ormai, ci sono abituata e faccio buon viso a cattivo gioco, anche se mi rendo conto di avere rinunciato a una buona parte della mia vita sociale per lui.

  • Racconto N° 13
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

IL PRINCIPE DI CARTAPESTA ChiaraLuce IL PRINCIPE DI CARTAPESTA

IL PRINCIPE DI CARTAPESTA

Quest’anno, l’atmosfera natalizia mi mette un’insolita tristezza. Ho dovuto dire ai miei genitori che non riuscirò ad andare da loro per le feste. L’albergo dove lavoro è tutto pieno e ci è stato chiesto di fare gli straordinari. Nella piazza principale è già stato allestito il mercatino di Natale con la pista di pattinaggio e un trenino che porta i turisti in giro per la città.

  • Racconto N° 12
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

IL TESORO NASCOSTO ChiaraLuce IL TESORO NASCOSTO

IL TESORO NASCOSTO

Mio padre è morto quando io avevo dodici anni per un incidente sul lavoro. Ormai, sono passati vent’anni, ma nel giorno dell’anniversario della sua scomparsa io e la mamma non manchiamo mai di portargli una bella pianta fiorita. Io, poi, mi siedo nell’erba del piccolo giardino che, nel tempo, è cresciuto attorno al luogo dove riposa e gli chiedo qualche consiglio. A volte, ho l’impressione di sentire la sua voce dentro di me.

  • Racconto N° 11
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

LE DUE FACCE DELLA LUNA Lorena Lusetti LE DUE FACCE DELLA LUNA

LE DUE FACCE DELLA LUNA

Quella sera l'ho sorretta mentre scendeva dall’auto. Di solito rifiutava il mio aiuto, ma quella volta mi ha dato il braccio volentieri. Mia madre non voleva mostrarlo ma ormai faceva fatica a muoversi, le sue gambe un tempo belle e ammirate da tutti gli uomini del paese erano diventate deboli e malferme.

  • Racconto N° 10
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

IL FIORE DEL DESERTO ChiaraLuce IL FIORE DEL DESERTO

IL FIORE DEL DESERTO

Il fiore del deserto
“Allora è deciso. Parti?”
Mia madre mi guarda con una certa apprensione. Sapeva da tempo che mi stavo informando per fare un’esperienza di volontariato all’estero ma, in cuor suo, ha sempre sperato che cambiassi idea.

  • Racconto N° 9
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

LASCIAMI ANDARE Liviana Rose LASCIAMI ANDARE

LASCIAMI ANDARE

"Lasciami andare. Non ne posso più di te."
Stavo cercando di tagliare per sempre i fili con un passato che non era passato, con ricordi da non ricordare, con giornate buie come la notte. Una vita senza uscita, senza gioie, col terrore nella pelle, con l'amore, questo sconosciuto, tirato fuori la sera come un portafortuna solo di nome, come la fotografia di un'utopia.

  • Racconto N° 8
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

STANOTTE CI SARA' LA FINE DEL MONDO (O FORSE NO) Cristina Orlandi STANOTTE CI SARA' LA FINE DEL MONDO (O FORSE NO)

STANOTTE CI SARA' LA FINE DEL MONDO (O FORSE NO)

Giuliana sospirò, chiudendo la lampo dell’elegante abito nero.
Il pensiero della cena con Luigi non le procurava nessun gioioso senso di aspettativa, e questo le dispiaceva.  Luigi era l’uomo con cui aveva una difficile relazione da due anni. Una banale relazione con un uomo sposato.

  • Racconto N° 7
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

IL CUORE IN UNA SCATOLA ChiaraLuce IL CUORE IN UNA SCATOLA

IL CUORE IN UNA SCATOLA

“E della roba che c’era nel solaio che cosa ne facciamo?”
“Potete lasciarla in quell’angolo, domani chiamerò la il Servizio Smaltimento Rifiuti Ingombranti e farò portare il tutto in discarica”.
Guardo soddisfatta il casale di campagna che, dopo i lavori di ristrutturazione, diventerà un agriturismo.

  • Racconto N° 6
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

ZONA FUMATORI Cristina Orlandi ZONA FUMATORI

ZONA FUMATORI

Uffici, negozi, cinema, bar, ristoranti. È vietato fumare praticamente dappertutto.
A forza di cartelli di “vietato fumare” ti sei convinto di essere un non-fumatore. Non fumi più a casa, nell’abitacolo della tua auto, per strada. Un momento, non è che a casa, non fumi più. Nel senso che tu ora hai eletto a “smoking area” il balcone. Anche in pieno inverno, quando vuoi una sigaretta, vai sul balcone.

  • Racconto N° 5
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

HABANERA ChiaraLuce HABANERA

HABANERA

Le note malinconiche si diffondevano nell’aria di quella notte veneziana, abbracciandosi in una melodia triste e nostalgica. La musica si fondeva con lo sciabordio delle onde, abbracciava le gondole sonnolente e si innalzava verso la placida luna. Dalla sua posizione privilegiata, lassù nel cielo, l’astro immoto restituiva alla terra quella musica piena di tristezza, anzi, l’amplificava, stendendola come un manto su Piazza San Marco e il Canal Grande, su Rialto e sulle piccole calli.

  • Racconto N° 4
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

L'ALBICOCCA FFLuna L'ALBICOCCA

L'ALBICOCCA

Oggi ho una pausa pranzo piu' lunga. Posso fare un salto in piscina. Appena mi è possibile non perdo l'occasione. Il caldo di questo luglio, il rumore, la polvere e gli impegni di lavoro posso gettarmeli alle spalle con con soli dieci minuti di automobile.

Prendo la strada per la collina e via. Subito respiro un'altra aria. E' quella condizionata dell'autovettura.

  • Racconto N° 3
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

BELLEZZA IN BICICLETTA ChiaraLuce BELLEZZA IN BICICLETTA

BELLEZZA IN BICICLETTA

Percorro la strada che costeggia il canale tenendo la gonna annodata appena sopra il ginocchio per non intralciare la pedalata. Mi immetto sulla strada che conduce al paese. Da lontano, intravedo le sagome dei lampioni appesantite dai loro pietosi fardelli. Distolgo lo sguardo e recito una preghiera, poi tiro dritto. Davanti al negozio dell’ortofrutta, un giovane elegante mi sorride e si avvicina.

  • Racconto N° 2
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

RITORNO ALL'ISOLA Cloe Incanto RITORNO ALL'ISOLA

RITORNO ALL'ISOLA

Barbara osservò la spuma bianca che il battello formava percorrendo quel breve tratto di mare, sentendo l’ondata dei ricordi sommergerla. Le case bianche dei pescatori abbarbicate alla sommità dell’isola, cominciavano a delinearsi all’orizzonte a mano a mano che il battello si avvicinava.

  • Racconto N° 1
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

Seguiteci su

R come Romance
Edizioni del Loggione srl
Sede legale: Via Paolo Ferrari 51/c - Modena - Italy
P.Iva:03675550366


Sito realizzato da Damster Multimedia