Red Passion

Red Passion

IN UNA QUALUNQUE LIBRERIA Francesca Tombari IN UNA QUALUNQUE LIBRERIA

Un'infinita onda cremisi ricopriva l'orizzonte.

Il caldo soffocante della giornata iniziava a disperdersi fra le strette vie di Roma, inghiottita dalla notte che stava nascendo.

I bar alla moda richiamavano giovani in cerca di emozioni, la musica riempiva i vuoti di visi in cerca di sorrisi, poche parole, ma tanto baccano, la solitudine di tanto in tanto impallidiva lasciando spazio ad un palpito, ad uno sguardo, ad un saluto.

  • Racconto N° 37
  • 4.5/5 di voti (2 voti)

L'ODORE SULLA PELLE FFLuna L'ODORE SULLA PELLE

L'ODORE SULLA PELLE

Uscì di casa senza fare la doccia. Indossava gli stessi vestiti del giorno prima, compreso il completo intimo di pizzo nero impregnato dei suoi umori e dell’odore di lui.L’odore di lui.A ogni passo le solleticava le narici.

  • Racconto N° 28
  • 3.8/5 di voti (8 voti)

LA MULATTA Piera D'Antonio LA MULATTA

LA MULATTA

La mulatta è Maria, dalla pelle color caramello.
Viene da Cuba, è là che l’ha incontrata suo marito, in uno di quei bar dove le belle ragazze sono sedute al bancone e aspettano gli stranieri.

  • Racconto N° 22
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

NON ERA UNA NOTTE QUALUNQUE FFLUNA NON ERA UNA NOTTE QUALUNQUE

NON ERA UNA NOTTE QUALUNQUE

Non era una notte qualunque. La luna spariva a tratti tra le nuvole grigie. Il vento spazzava la strada deserta. Non c'erano rumori se non il sottofondo di una autostrada trafficata. Le due di notte di un giovedì d'ottobre.


  • Racconto N° 19
  • 2.0/5 rating 1 vote

LA RAGAZZA COL VESTITO VERDE Liviana Rose LA RAGAZZA COL VESTITO VERDE

LA RAGAZZA COL VESTITO VERDE

Teneva i sandali penzoloni nella mano destra, il passo era vago, indossava uno splendido vestito verde di seta morbida plissettata, stretto sotto il seno da un nastro azzurro. Era bionda, coi capelli lunghi e lisci, belle gambe lievi e non c'entrava assolutamente niente con ciò che le stava intorno: bagnanti indifferenti, vestiti di sole ed oli abbronzanti, rotoli di lardo insaccati in prendisole orientaleggianti, maaaassaaaaaaji cinesi al balsamo di tigre, concerti di suonerie di cellulari e torre di Babele di voci sgraziate.

  • Racconto N° 15
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

LASCIAMI ANDARE Liviana Rose LASCIAMI ANDARE

LASCIAMI ANDARE

"Lasciami andare. Non ne posso più di te."
Stavo cercando di tagliare per sempre i fili con un passato che non era passato, con ricordi da non ricordare, con giornate buie come la notte. Una vita senza uscita, senza gioie, col terrore nella pelle, con l'amore, questo sconosciuto, tirato fuori la sera come un portafortuna solo di nome, come la fotografia di un'utopia.

  • Racconto N° 8
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

L'ALBICOCCA FFLuna L'ALBICOCCA

L'ALBICOCCA

Oggi ho una pausa pranzo piu' lunga. Posso fare un salto in piscina. Appena mi è possibile non perdo l'occasione. Il caldo di questo luglio, il rumore, la polvere e gli impegni di lavoro posso gettarmeli alle spalle con con soli dieci minuti di automobile.

Prendo la strada per la collina e via. Subito respiro un'altra aria. E' quella condizionata dell'autovettura.

  • Racconto N° 3
  • 0.0/5 di voti (0 voti)

Seguiteci su

R come Romance
Edizioni del Loggione srl
Sede legale: Via Paolo Ferrari 51/c - Modena - Italy
P.Iva:03675550366


Sito realizzato da Damster Multimedia